I MIEI SPETTACOLI

Tutto è cominciato tre anni fa, il 17 dicembre del 2011.

Uno spettacolino quasi improvvisato in un pub milanese con Cisco Bellotti, le sue canzoni, la mia voce rotta dall’emozione e quelle letture traballanti, liberate davanti a un centinaio di persone.

L’importante è non restare aveva appena preso forma e io, tra una birra e l’altra in quell’affollato locale, pensai che forse quella dei reading era la strada giusta da seguire.

Le prime volte non fu facile, sul palco a fianco del sottoscritto sono passati diversi chitarristi, alcuni bravi, altri capitati quasi per caso!

Ho incassato serate da dimenticare e flop clamorosi, sul palco ho sì letto, ma anche litigato col pubblico, zittito stupidamente personaggi dalla chiacchiera facile e allo stesso tempo visto gente scuotere la testa o applaudire.

Dopo un po’ di tempo ho preso le misure al pubblico ma soprattutto al mio carattere, mettendomi in testa che tutto fa parte di un gioco del quale faccio sempre fatica a rispettare le regole. 

Gli spettacoli che porto in giro?

E’ Tutto Loro Quello che Luccica 

Mi chiamo Lorenzo Guasti.
Con un cognome del genere dovevo capire fin dalla nascita che le cose non mi sarebbero andate troppo bene.
Tutti mi chiamano Brace, merito dei capelli rossi, colpa del mio carattere sempre troppo acceso e incline alla battuta caustica; se sono in forma mi bastano un paio di frasi per demolire una persona, do il peggio di me quando ho torto.
Già, Brace.
E come la legna che fa fatica a spegnersi, ho provato a rimanere lontano dalla cenere, dalla paura di diventare come gli altri, servi del tempo e di un paese che tradisce, il suo. 

Il mio nuovo Romanzo – Spettacolo:  dal 20 ottobre ordinabile in tutte le peggiori librerie del suolo italico. Accorrete e smetterete di luccicare.
Anche voi.

Stabile Precariato

Irriverente, cinico, schietto, amaro, tragicomico. 

La Piccola Storia Ignobile di Vittorio Alberigi, vittima sacrificale di un ingranaggio chiamato Precariato ha ormai toccato mezza Italia, e non ha alcuna intenzione di fermarsi, almeno per il momento. 

Ruggine (Morto Per la Libertà?)

Una novella surreale, uno spettacolo introspettivo. 

Ruggine è un viaggio che si snoda tra un passato impossibile da dimenticare e un presente che troppo spesso ci ha deluso. Ettore Bettini, protagonista del libro, è un antico e sprovveduto turista portato in scena in un mondo che non gli appartiene.